“Piovono Borlenghi”!!! Cena di autofinanziamento

25 11 2010

SABATO 4 DICEMBRE
DALLE ORE 19
…PRESSO LA SALA DELL’ORATORIO DI VIGNOLA
…Via Achille Grandi, 256 – 41058 Vignola (MO)

I BORLENGAI DELLA PADELLA D’ORO PREPARERANNO PER VOI BORLENGHI E TIGELLE
COME DESSERT OTTIMI DOLCI
COSTO: 15 € ESCLUSO IL VINO

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA:

Bottega: 059-772461
Fiorella: 059-760403

Perchè

È giusto quello sviluppo che affronta il “mondo” dell’emarginazione, che sa dare voce alle storie vissute con difficoltà da persone fragili.

È equo e sostenibile quello sviluppo che è capace di resistere alla fatica di costruire ed abitare luoghi in cui riaffermare la centralità delle relazioni, della memoria e dell’incontro.

È solidale quello sviluppo che permette di fare nascere connessioni e interazioni forti che possano permettere di dare vita ad un nuovo cammino, come quello intrapreso dalla LAG e dalla Cooperativa Oltremare con il sostegno di Overseas, per fare nascere e mantenere in vita una Bottega del commercio equo e solidale

La sfida non è piccola tuttavia siamo soddisfatti e abbiamo voglia di continuare in questa avventura.

È per questo che siamo ad invitarvi ad una cena di autofinanziamento

Si ringraziano i Borlengai della Padella d’Oro per l’essenziale aiuto culinario

Annunci




15 Ottobre in Bottega: Soppexca, Nicaragua

14 10 2010

Alle ore 17.00 Edmundo sarà in bilioteca e alle 18.30 in Bottega per un aperitivo equo e  solidale

foto: Cecocafen, Nicaragua – di Ilaria Favè

Soppexcca: Unione di cooperative agricole che organizza in modo democratico e partecipativo centinaia di coltivatori di caffè Jinotega, per eccellenza il distretto cafetalero del Nicaragua.

Il caffè di Jinotega

L’area dove lavorano i coltivatori associati a Soppexcca è caratterizzata dal clima perfetto per la coltivazione del caffè: alture coperte di foreste, piovose e mai troppo calde. Le fitte piantagioni sono rifugio per animali selvatici della foresta, e spesso sono integrate in aree protette.

Il caffè bio di Soppexca

Soppexcca è da alcuni anni impegnata nella conversione biologica del proprio caffè, allo scopo di migliorare ancora la qualità del prodotto e la conservazione del territorio.

Il commercio equo incentiva le coltivazioni biologico pagando un premio che copre parte delle spese di certificazione, di formazione e di conversione dei terreni.

Le strategie adottate dalle Cooperative di Produttori nel periodo di conversione sono molte.

La Cooperativa Soppexcca in Nicaragua, per esempio, ha fornito una coppia di capre ad alcune famiglie di contadini, che si sono impegnate ad usarle al posto degli erbicidi e a cedere i primi capretti nati ad altri contadini. Nel giro di poco tempo tutti i contadini della Cooperativa hanno potuto abbandonare i diserbanti a favore di un metodo del tutto naturale.

I programmi sociali

Giovani, donne e bambini sono i soggetti dei principali programmi sociali attivati da Soppexcca. Il movimento giovanile ha avviato un progetto per il coinvolgimento degli agricoltori nel processo di miglioramento della qualità nelle sue diverse fasi, dal campo fino al laboratorio di degustazione.

Il progetto Genero si concentra invece sulle donne, con l’obiettivo di sostenere le pari opportunità attraverso formazione, credito e aumento delle capacità tecniche. Questi strumenti aiutano le donne a migliorare sia la propria attività di produttrici sia la partecipazione a Soppexcca.

Per i bambini è stato infine avviato il programma muchachitos del café: educazione ambientale, cultura, sport e partecipazione nelle scuole.

Foto: Fatima, direttrice di Soppexcca, con il responsabile del Controllo Qualità – di Ilaria Favè

Edmundo Javier Quezada Sobalvarro>>

Conosciamo Soppexcca>>

Perchè bio per i produttori >>

Tutto il bio Altromercato>>

Sempre più bio>>

 

Articolo archiviato in Storie, produttori. Permalink.

 

 

 

Alle ore 17.00 Edmundo sarà in bilioteca e alle 18.30 in Bottega per un aperitivo equo e  solidale





A.A.A. Volontari a progetto cercasi

17 09 2010

Ebbene sì anche nel commercio equo è arrivato il nuovo mercato del lavoro

co.co.pro e co.co.co? Ambarabacciccicoccò!

Stiamo cercando volontari voloenterosi che ci aiutino in progetti specifici ovvero:

-Insegna per la Bottega: La bottega vista da fuori è orfana di una bella insegna.  Progetta un tipo di insegna, legno, ferro, neon sparaflescianti (sì indsomma quel ch’at pèr) e proponi pure, che l’immaginazione non abbia freni!

-Volantini per promuovere le ceste natalizie

-Volontario volenteroso che segua il blog e la pagina su FB

-Impiantino elettrico per colegare i neon dei nuovi mobili della Bottega

Sei in grado e hai voglia di fare una di queste cose? Contattaci!!!





Maratona Fotografica Digitale 2009

11 10 2009

maratonaTermine ultimo di presentazione delle foto prorogato a Sabato mattina!!!

clicca qui per scaricare la scheda d’iscrizione

Regolamento:

1. FINALITA’

La prima edizione della Maratona Fotografica Digitale, che si terrà nelle vie della città di VIGNOLA sarà un momento di incontro per tutti gli “occhi” appassionati di fotografia, sia grandi che bambini, per stare insieme e “dare uno scatto della propria visione di pace diritti ambiente e solidarietà”. La finalità è quella di prestare un occhio nel catturare le immagini più significative sul tema presentato. Oltre ad essere una occasione per osservare in dettaglio il territorio che ci circonda la maratona sarà anche un modo divertente per vincere simpatici premi sostenibili e ambientalmente compatibili. Il progetto vuole garantire un alto livello di sostenibilità, per questo è stata fatta la scelta di utilizzare materiale digitale che non verrà mai stampato ma che sarà sempre gestito e presentato utilizzando supporti informatici, rifiutiamo la stampa onde evitare l’inutile spreco di solventi e reagenti chimici con il loro relativo peso ecologico sull’ambiente. Leggi il seguito di questo post »





G.A.S. BioSpilla

11 10 2009

E’ nato il primo Gruppo d’Acquisto Solidale a Spilamberto!

Come funziona? Ogni venerdì avrai l’opportunità di ritirare una tua cassetta della spesa personalizzata dalle 8,30 alle 9,30 o dalle 12,30 alle 13,30 presso il mercato BioSpilla.

Come ordinare i prodotti? Ogni lunedì riceverari a casa una mail con due listini: una per i prodotti confezionati del commercio Equo e Solidale forniti dalla Bottega d’Oltremare e una per i prodotti freschi. L’ordine completo deve essere trasmesso il mercoledì entro le ore 15:00 all’indirizzo mail overseas@overseas-onlus.org

Chi non utilizza internet, come può ordinare? E’ possibile ritirare la lista al mercato e trasmettere gli ordini con fax al numero 059-7860055.

Perchè solidale? Il 5% della tua spesa sarà destinato ad un progetto di cooperazione internazionale inerente la sicurezza alimentare che sarà individuato, insieme con tutti i partecipanti del GAS BioSpilla, in occasione della festa-incontro che organizzeremo alla sede dell’Associazione Overseas per la festa di autunno nel mese di ottobre.

ISCRIVITI AL GAS BIOSPILLA ed entrerai nella rete dei cittadini che sanno ripettare l’ambiente, i lavoratori e contribuiscono allo sviluppo sostenibile.

Per informazioni: Paola Donati 348-5529775 materiale realizzato nell’ambito dell’attività di promozione L.R. 28/97 – anno 2009 www.prober.it

venerdì 2 ottobre alle ore 21 allo Spazio Eventi L.Famigli a Spilamberto in Viale Rimembranze

proiezione del film Terra Madre di Ermanno Olmi



E’ un’iniziativa proposta da AIAB Emilia Romagna e Associazione Overseas onlus per promuovere la costituzione del Gruppo di Acquisto BioSpilla tra consum-attori che vogliono inserire nella loro spesa abituale prodotti da agricoltura biologica e del Commercio Equo e Solidale.

La proiezione sarà introdotta da Paola Donati e Luca Cremonini che illustrerenno che cosa è un GAS, come nasce e come si può organizzare a partire dall’esperienza del Gruppo di Acquisto di S.Agata Bolognese.





DETERSIVI EQUOSOLIDALI

1 10 2009

Tensioattivi ottenuti attraverso la lavorazione di olio di cocco Babaçú, certificato biologico, prodotto Cooperativa dos pequenos productores agroex de lago do Junco ltda – Coppaly – Maranahão, socia di Assema (www.assema.org.br); Il valore sociale del progetto si fonda sulla collaborazione con l’Associazione Assema (www.assema.org.br ), un’organizzazione dello stato del Maranhão in Brasile impegnata nella difesa delle comunità indigene e di una pianta essenziale per quelle stesse comunità, il cocco Babaçú.


Questa è considerata “la pianta della vita” perché garantisce la sussistenza di milioni di persone che vivono nella regione. Tutte le parti dell’albero hanno un valore economico: il fusto e gli archi fogliari servono per la costruzione e copertura delle case rurali, le fibre per la fabbricazione di oggetti in vimini, le foglie per concimare i campi, ma è soprattutto il frutto che rappresenta la più grande risorsa perché se ne ricavano importanti sostanze per l’alimentazione umana ed animale e serve per la produzione del carbone vegetale.

Purtroppo con l’apertura della rete autostradale trans-amazzonica è iniziata la distruzione sistematica della foresta con la concessione di terreni alle grandi aziende di allevamento di bestiame.

Solo tra il 1967 e il 1984, ben 1,35 milioni di ettari di foresta di babassù sono stati occupati da queste nuove aziende.
Ne è derivato non solo la distruzione di un sistema ecologico, ma altresì il peggioramento delle condizioni di vita delle popolazioni indigene la cui sussistenza è legata all’utilizzo dei prodotti della foresta.

Per garantire alle famiglie rurali la permanenza su queste terre, e impedirne l’esodo verso le città, le organizzazioni contadine  da anni lottano per il libero accesso alle palme che si trovano nelle terre pubbliche e private.

Da questa lotta si è già ottenuto in alcuni municipi dello Stato del Maranhão l’approvazione della legge “Babaçú livre” che non solo garantisce il libero accesso alla raccolta dei frutti, ma proibisce il taglio degli alberi e dei caschi di cocco e l’uso di erbicidi.

La lotta delle diverse comunità di contadini e di raccoglitrici di cocco Babassù è coordinata dall’Associazione Assema, partner di questo progetto.

La Linea Lympha è realizzata con tensioattivi ottenuti dalla traformazione dell’Olio di cocco babaçú, biologico,  prodotto dalla “Cooperativa dos pequenos produtores agroextrativistas de lago do Junco” – Coppalj – Maranhão, socia di Assema.

Olii essenziali equosolidali

1. Olii essenziali del commercio equo e solidale prodotti da Sipa – Chennai – India (www.sipa.in).

Sipa (Southern India Producers Association) è un’organizzazione non governativa senza scopo di lucro che coinvolge circa 9000 famiglie nel sud dell’India, principalmente negli stati di Andra Pradesh, Karnataka, Kerala e Tamil Nadu.

Obiettivi di Sipa sono:

– il rafforzamento dell’iniziativa d’impresa e delle attività economiche dei produttori più emarginati, con lo scopo di ottenere redditi sufficienti per la vita delle loro famiglie;

– la promozione del commercio equo, attraverso una rete di collegamento e azioni collettive;

– il sostegno ad attività di “Learning by sharing” (ossia “Imparare attraverso la condivisione”), volte in primo luogo a sostenere l’organizzazione e la crescita di attività produttive da parte dei soggetti più emarginati e con maggiori difficoltà economiche, senza distinzioni sesso, casta e religione.

2. Olii essenziali del commercio equo e solidale e certificati biologici prodotti da Phalada – India (www.phaladaagro.com).

Phalada associa 110  piccoli agricoltori residenti nello stato sud occidentale del Karnataka che  producono con metodo biologico ed elevati standard sociali ed ambientali. I produttori posseggono, in genere, tra mezzo ettaro e due ettari.

Phalada li ha sostenuti nel processo di conversione al biologico e si occupa di promuovere i loro prodotti.

COME TUTTI I PRODOTTI EQUOSOLIDALI IL PREZZO DI QUESTI DETERSIVI E’ UNA GARANZIA PER TUTTA LA FILIERA, A COMINCIARE DAL PRODUTTORE. ECCO QUALCHE ESEMPIO:

Lympha pavimenti 1000ml

Prodotto € 1,13 41,8 %
Costi generali € 0,06 2,2 %
Trasporto € 0,08 3,0 %
Certificazione € 0,01 0,2 %
Margine Mondo Solidale € 0,25 9,2 %
Margine distributore € 0,42 15,5 %
Margine bottega € 0,76 28,1 %
Prezzo iva esclusa € 2,71 100 %
iva € 0,54
Prezzo al pubblico € 3,25

lympha lavapiatti 1000ml

Prodotto € 1,49 47,3 %
Costi generali € 0,06 1,9 %
Trasporto € 0,08 2,5 %
Certificazione € 0,008 0,3 %
Margine Mondo Solidale € 0,23 7,3 %
Margine distributore € 0,40 12,6 %
Margine bottega € 0,89 28,1 %
Prezzo iva esclusa € 3,16 100 %
iva € 0,63
Prezzo al pubblico € 3,80




Prodotti Libera Terra

1 10 2009

Nelle Botteghe d’Oltremare i Prodotti di Libera Terra

Prodotti con un sapore in più: quello della legalità, del riscatto, della libertà.

Prodotti straordinari, frutto del lavoro di giovani che, riunitisi in cooperative sociali, coltivano ettari di terra confiscati ai boss della mafia, grazie alla legge di iniziativa popolare 109/96 nata da una grande mobilitazione promossa da Libera, Associazioni, nomi e numeri contro le mafie. Queste terre, restituite alla collettività, sono tornate produttive e divenute volano di un circuito economico sano e virtuoso, anche grazie alla partecipazione degli agricoltori biologici del territorio che condividono lo stesso progetto di riscatto. Prodotti coltivati nel rispetto delle tipicità e delle tradizioni del territorio, applicando i principi dell’agricoltura biologica, per portare sulla tavola delle famiglie italiane un prodotto genuino, buono e… giusto. Per un consumo consapevole: perché anche in questo modo è possibile sconfiggere la mafia.

Trovi pasta, prodotti conservati e vini.

I vini della nuova linea di “monovarietali” di Centopassi sono ottenuti tramite la selezione delle migliori uve da agricoltura biologica, provenienti da singoli vitigni autoctoni, frutto di suoli eccellenti, posizionati fino a 600 metri di altitudine.Ognuno di questi cru ha una storia e una personalità proprie, che si intreccia al percorso di riscatto delle loro terre: per questo sono stati  dedicati a tre persone speciali, vittime della mafia..

Centopassi fonde l’attività di due cooperative, Placido Rizzotto e Pio La Torre, impegnate sui beni confiscati a Cosa Nostra in Sicilia.Il marchio Centopassi, tratto dal film di M.T. Giordana, è dedicato a Peppino Impastato, giovane siciliano che ha dato la vita nella lotta contro la mafia. Terre di Puglia sta restituendo valore ai terreni confiscati nella provincia di Brindisi: circa venti ettari di terreno e di circa trenta ettari di vigneto, recuperati dopo anni di abbandono.

I vini che trovi in Bottega:

TERRE ROSSE DI GIABBASCIO – CATARRATTO – BIANCO – BIO (Sicilia)
Terre Rosse di Giabbascio fa parte della linea di vini “monovarietali” della cantina Centopassi, dai nomi che raccontano il territorio e la sua anima, frutto di suoli eccellenti posizionati fino a 600 metri di altitudine: tre vini biologici, di alta qualità, tutti ottenuti tramite la selezione delle migliori uve provenienti da singoli vitigni autoctoni in purezza.
Ognuno di questi cru ha una storia e una personalità proprie, che si intreccia al percorso di riscatto delle nostre terre: per questo sono dedicati a persone speciali, vittime della mafia.

Tra le splendide sabbie rosse dell’Alto Belice Corleonese, da vigne del solo vitigno tradizionale Catarratto di oltre vent’anni di età, nasce questo vino di grande personalità.

Le uve del tradizionale Catarratto, da vigne di oltre vent’anni di età, crescono a Giabbascio su sabbie rossastre e fresche e hanno presentato un andamento di maturazione lento e costante, con il risultato di avere un’uva matura con un importante quadro acido.
L’annata 2008 è stata molto regolare, grazie a un clima asciutto ma non eccessivamente caldo nel primo periodo; ciò ha permesso alle piante di Giabbascio di non conoscere stress vegetativo.

Terre Rosse di Giabbascio è dedicato a  Pio La Torre e alla sua incessante lotta per la pace e la giustizia.

ARGILLE DI TAGGHIA VIA – NERO D’AVOLA –

ROSSO – BIO (Sicilia)

Argille di Tagghia Via fa parte della linea di vini “monovarietali” della cantina Centopassi, dai nomi che raccontano il territorio e la sua anima, frutto di suoli eccellenti posizionati fino a 600 metri di altitudine: tre vini biologici, di alta qualità, tutti ottenuti tramite la selezione delle migliori uve provenienti da singoli vitigni autoctoni in purezza.
Ognuno di questi cru ha una storia e una personalità proprie, che si intreccia al percorso di riscatto delle nostre terre: per questo sono dedicati a persone speciali, vittime della mafia.

Tra le ostiche argille sciolte intorno a Corleone, da vigne a spalliera esposte a Sud–Est a 500 metri di altezza, nasce questo Nero d’Avola in purezza, vino di potenza ed eleganza.

L’andamento climatico asciutto e le temperature estive elevate dell’annata 2008, insieme alle caratteristiche pedologiche del sito d’impianto, le ostiche argille sciolte intorno a Corleone, da vigne a spalliera esposte a Sud–Est a 500 metri di altezza, hanno impresso forza e decisione a questo Nero d’Avola in purezza, vino di grande eleganza. La vendemmia effettuata nella seconda metà di settembre ha lasciato il tempo alle uve di raggiungere la piena maturazione, con un leggero stress delle piante che ha favorito la concentrazione degli zuccheri negli acini e la valorizzazione dei tannini: questo esalta nel vino la forza e l’alcolicità, equilibrate dai tannini nobili e dallo spiccato sentore di frutti di bosco.

Argille di Tagghia Via è dedicato alla memoria di Peppin Impastato, giovane siciliano assassinato dalla mafia, le cui idee continuano ad appassionare chi ama la libertà.

ROCCE DI PIETRA LONGA – GRILLO –

BIANCO – BIO (Sicilia)

Rocce di Pietra Longa fa parte della linea di vini “monovarietali” della cantina Centopassi, dai nomi che raccontano il territorio e la sua anima, frutto di suoli eccellenti posizionati fino a 600 metri di altitudine: tre vini biologici, di alta qualità, tutti ottenuti tramite la selezione delle migliori uve provenienti da singoli vitigni autoctoni in purezza.
Ognuno di questi cru ha una storia e una personalità proprie, che si intreccia al percorso di riscatto delle nostre terre: per questo sono dedicati a persone speciali, vittime della mafia.

La Coop. Oltremare è socio sovventore della coop sociale Placido Rizzotto, la prima cooperativa nata per lavorare le terre di Libera.

www.liberaterra.it

www.centopassi.it